Il vino di un'isola

Autore: Guido Zini


Castellani Firenze Etesiaca itinerari di vino

Innamorarsi al Giglio e del Giglio.

È quanto accaduto a Simone e Desy Ghelli, che sull'isola toscana hanno visto nascere la loro avventura sentimentale ed enoica.

Castellani Firenze Etesiaca itinerari di vino

Parlare di avventura non risulta inappropriato: qui si pratica una viticoltura eroica, con piccoli appezzamenti terrazzati di vigna - in totale non si supera l'ettaro! - strappati all'abbandono e raggiungibili solo a piedi. Al Giglio regna incontrastata l'uva ansonica, e all'azienda Castellari hanno mantenuto la tradizione di ricavarne un vino solido, longevo e caratteriale, come il suolo di granito da cui proviene, distinto però da un elemento fondamentale: la bevibilità.

Castellani Firenze Etesiaca itinerari di vino

Il Calzo della Vignia IGT, prodotto dal 2013, effettua una macerazione sulle bucce di tre mesi, seguita da un affinamento di sei mesi in barrique e un minimo di otto mesi - ma l'obiettivo è di allungare i tempi - in bottiglia. In degustazione all'enoteca Alessi di Firenze (luogo del mio incontro con i produttori) arriva l'annata 2016, uscita in soli 2000 esemplari, vendemmia di fine agosto,  gradazione "contenuta" in 12,5°.

Castellani Firenze Etesiaca itinerari di vino

Colore ambrato compatto e naso austero, tagliente, quasi ruvido, svelano subito la natura del Calzo, fatta di sostanza e struttura. L'assaggio riporta note fresche, sapidità e una notevole persistenza; il corpo si conferma importante, tanninico e robusto, ma l'accurata lavorazione ha smussato gli spigoli dell'ansonica, portandolo a un livello di scorrevolezza che sa di miracolo. A tavola la sua personalità permette accostamenti anche con carni grigliate o alla brace, e a questo proposito Desy mi segnala che in una recente cena con bistecca il Calzo ha superato la prova brillantemente. 

Castellani Firenze Etesiaca itinerari di vino

Non capita spesso di trovare vini dove l'omaggio al passato convive così in armonia con un profilo moderno e dinamico: essere riusciti nell'impresa in una terra complessa come il Giglio è per Castellari motivo di doppio elogio e soddisfazione.


Guido Zini, autore del pezzo di oggi, mentre sorseggia un buon calice di Castellari.

Ti è piaciuto l'articolo?

METTI MI PIACE ALLA PAGINA FACEBOOK!

Per te è solo un click, per noi è un piccolo riconoscimento di tutto il lavoro che stiamo facendo!

LEGGI ANCHE..

Manifattura Firenze Etesiaca itinerari di vino

Vinoè Etesiaca itinerari di vino

Vinoè Etesiaca itinerari di vino


Scrivi commento

Commenti: 0