Il mito di Sassicaia rivive a Lucca


anteprima vini della costa toscana, lucca, Etesiaca itinerari di vino blog

Oltre 600 etichette in degustazione.

Una verticale di Sassicaia.

Un centro storico tra i più belli d'Italia.

Di cosa sto parlando?

Per un appassionante week end, quello del 5 e 6 maggio, Lucca torna ad ospitare i profumi e i sapori della Costa Toscana nell’annuale rassegna dei viticoltori delle province bagnate dal mare.

I vigneron presenteranno personalmente i loro vini: oltre 600 etichette in degustazione per raccontare una fondamentale realtà produttiva toscana, un viaggio attraverso le personali storie di uomini e donne che hanno creduto nel territorio di costa come terroir di eccellenza per la propria avventura vitivinicola. 

Al primo piano del prestigioso palazzo del Real Collegio una completa galleria di aziende per presentare le produzioni di Costa da Massa Carrara a Grosseto attraverso Lucca, Pisa e Livorno. Non solo le più note etichette che contribuiscono al nome della Toscana nel mondo, ma anche giovani aziende che scelgono una strada di autenticità nelle proprie produzioni, esplorano i temi del biologico e del biodinamico, decidono di presentarsi attraverso i volti dei vigneron che personalmente raccontano le loro storie produttive. 

Ma tra questi uno non può definirsi un vino ma il Vino, il padre della Costa Toscana, il primo nato dei Supertuscans, il SASSICAIA. Due grandi nomi si associano a questo mito: un marchese lungimirante, Mario Incisa della Rocchetta, e il grande enologo Giacomo Tachis.

Un vino che ancora rappresenta l’eccellenza toscana nel mondo ed ancora nasce dalla cura della famiglia Incisa della Rocchetta nella Tenuta San Guido, sotto l’attenta guida del figlio di Mario, Nicolò. L’Associazione Grandi Cru della Costa Toscana, di cui Nicolò Incisa della Rocchetta è presidente onorario, rende omaggio al vino simbolo della Costa con una Master Class guidata da Daniele Cernilli, una verticale di cinque annate per raccontare cinque decenni di storia del Sassicaia, 1979, 1982, 1997,  2009,  2015, esplorando i cinque decenni di un vino diventato per il mondo un mito e un riferimento di eleganza. 

La master Class si svolgerà a Lucca, nel salone dell’affresco del Real Collegio, sabato 5 maggio alle ore 15 nell’ambito di Anteprima Vini della Costa Toscana. Costo di partecipazione 200 euro. Numero posti: 30.

anteprima vini della costa toscana, lucca, Etesiaca itinerari di vino blog

Cresciuto a vini francesi, frequentatore dei vigneti di cabernet della tenuta Salviati a Pisa, Mario Incisa della Rocchetta, nel secondo dopoguerra decide di impiantare vigneti di Cabernet Sauvignorn e Cabernet Franc nella parte alta della tenuta agricola dell’eredità della Gherardesca, ricevuta dalla moglie Clarice. Una rivoluzione per la campagna bolgherese, non compresa dai maremmani che non trovavano di loro gusto il vino prodotto e ritenevano folli le pratiche agricole introdotte dal marchese. Fino al 1967 il vino fu consumo esclusivo della famiglia. Negli anni Sessanta fu Nicolò che riscoprì in cantina alcune bottiglie rimaste della fine degli anni Quaranta che, assaggiate, risultarono di grande pregio e meritevoli di essere inserite sul mercato: il primo vino “francese” prodotto a Bolgheri.

E’ la vendemmia del 1968 a uscire per prima in commercio. La produzione non raggiungeva le 10.000 bottiglie.

Nel 1972 arriva la consulenza di Giacomo Tachis, l’enologo storico dei cugini Antinori, ai quali inizialmente era affidata la commercializzazione. 

Tutto quello che avviene successivamente è ormai cosa nota.

Ti è piaciuto l'articolo?

Per te è solo un click, per noi è un piccolo riconoscimento di tutto il lavoro che stiamo facendo!

LEGGI ANCHE..

Gambero Rosso, Alessi, Firenze. Etesiaca itinerari di vino blog

truffle Etesiaca itinerari di vino blog

Vinoi Firenze vino naturale. Etesiaca itinerari di vino blog


Scrivi commento

Commenti: 0