Colori, profumi e sapori, benvenuti in Sicilia


Sicilia, Italia. Itinerari di vino. Blog Etesiaca

Mandorle, pistacchi, olio, miele, agrumi, fichi d'India, gelsi, e potrei continuare all'infinito.

Oggi voglio prendervi per la gola, nel raccontarvi questo itinerario che si trova nel posto più a sud dell'Italia..

Siamo in Sicilia, la maggiore delle isole del Mediterraneo, una terra dalle tante identità.

Da sempre crocevia di popoli e di culture, con una variegata scenografia naturale, che annovera coste alte e frastagliate, litorali paludosi e sabbiosi, pianure e ampie porzioni collinari, prolungamenti montuosi del sistema appenninico, arcipelaghi e vulcani attivi.

Emblema di una vicenda geologica in perenne subbuglio, voglio parlarvi di una delle zone che mi ha veramente affascinato, fatta di altopiani solcati da canyon, paesaggi simil africani, e cittadine nascoste, talvolta incastonate dentro l'essenza stessa della natura, quasi tutt'uno con il paesaggio e con le sue tradizioni enogastronomiche.

Questa è la Sicilia Sud-Orientale.

Sicilia, Italia. Itinerari di vino. Blog Etesiaca

Nell'ultimo viaggio che ho fatto, la voglia di vedere, osservare, esplorare era moltissima, tanto che ho voluto godermi tutto lo spettacolo in macchina. Ed effettivamente è stata una meravigliosa esperienza (da concedersi una volta nella vita, perchè replicare 13/14 ore di seguito alla guida anche già una seconda volta, sarebbe solo diabolico☺!).

Ma torniamo a noi.

Con molta soddisfazione, sono stata in visita nella terra del Cerasuolo.

Il Cerasuolo di Vittoria è l'unica DOCG siciliana, che comprende i territori di Ragusa, Vittoria, Comiso, Acate, Chiaramonte Gulfi, Santa Croce Camerina, Niscemi, Gela, Caltagirone, Licodia Eubea, Riesi, Butera, Mazzarino e Mazzarrone (in pratica cinque comuni della provincia di Ragusa, due della provincia di Caltanissetta e due di quella di Catania), le cui produzioni sono costituite dai due vitigni rossi autoctoni di questa zona, il Nero d'Avola e il Frappato, entrambi molto interessanti.

Il tratto di strada, che da Modica va verso Vittoria e che passa per l'interno, è davvero affascinante quanto particolare.

La cosa più stupefacente è senz'altro osservare il paesaggio (a tratti con pochissima vegetazione, talvolta del tutto assente, che profuma d'Africa) e la contrapposizione di altopiani, che cedono il passo a veri e propri canyon (mi verrebbe quasi da definirle placche geologiche di spaccatura).

Il territorio di Vittoria si sviluppa sull'omonima piana, affacciata sul Canale di Sicilia, definita dai greci "Mesopotamia di Sicilia", poiché delimitata dai due fiumi Ippari e il Dirillo. La storia di quest'area è legata alla città di Kamarina, antico porto dorico, che affonda le proprie origini nella cultura greca. I resti attuali sono di grande interesse archeologico, e testimoniano la vastità dell'antico sito. Rimangono tombe arcaiche (VII secolo a.C.) e ruderi poco significativi di un tempio dedicato a Minerva.

Lungo l'Ippari si può riconoscere il tracciato dell'antico porto canale.

La città è ancora riconoscibile nella sua area originaria dai resti di case e di pavimentazioni.

Un territorio ricco di storia, apparentemente tranquillo ma certamente impervio e difficile da plasmare, che negli anni è stato sconvolto da eventi geologici di estrema rilevanza.

Sicilia, Italia. Itinerari di vino. Blog Etesiaca

La città di Vittoria fu fondata su una pianura molto fertile nota come contrada "Boscopiano".

Questo territorio, sito nell'estrema punta meridionale della Sicilia, offre un terroir che dà vita a grandi vini, in particolare nell'area del vittoriese, la quale vantava una fiorente attività vinicola già nell'800 tanto da raggiungere livelli industriali.

La particolarità che salta immediatamente agli occhi, è quella di terreni fatti da vere e proprie dune di sabbia, dove sembra quasi impossibile che possa crescere ed abbondare la vite.

Eppure succede davvero.

Sicilia, Italia. Itinerari di vino. Blog Etesiaca

L'azienda Paolo Calì, dove sono stata in visita, nasce proprio qui, 15 anni fa, grazie alla profonda passione della famiglia Calì e di Paolo appunto, che è riuscito a dare nuova vita a questa terra, fatta di eleganza, bellezza e produttività dei suoi vitigni, i quali affondano le proprie radici nei terreni sabbiosi (originate da dune marine preistoriche) e che oggi vengono coltivati secondo metodo biologico, ricercando quell'equilibrio fondamentale tra tecniche di coltivazione tradizionali e sistemi di potatura moderni.

All'interno dell'azienda esiste anche un "museo" enoarcheologico, che altro non è che il recupero e la ristrutturazione di fabbricati e strumentazioni, che facevano parte del terreno, e che testimoniano la presenza di un'antichissima tradizione enologica di questo pezzo di terra. A partire da tutta la filiera produttiva, dalla vinificazione, all'affinamento, al passaggio in bottiglia.

Sicilia, Italia. Itinerari di vino. Blog Etesiaca

Paolo, farmacista di professione e produttore di vino per passione (ma direi non solo), è un uomo di grande cultura e di estrema disponibilità, si legge nel suo volto e nel suo sguardo l'attaccamento per questo territorio e la caparbia volontà di valorizzarlo, di di riportarlo in auge e farlo apprezzare davvero al grande pubblico per quanto vale.

Grazie al suo preciso e puntuale racconto della storia, della competenza e dell'esperienza, che gira intorno alla sua azienda, voglio, a questo punto, segnalarvi tre etichette che mi hanno veramente colpito durante la degustazione fatta in cantina, e che, secondo me, caratterizzano in particolar modo questa cantina e questo territorio:

Sicilia, Italia. Itinerari di vino. Blog Etesiaca
  • Jazz Frappato e Nero d'Avola Terre Siciliane IGT 2015: percentuali leggermente diverse ma stessi uvaggi del Cerasuolo per questo vino, ben più giovane, e piacevolmente tannico ed elegante. Paolo Calì ci suggerisce che "Questo vino è come il jazz, zeppo di note", e, come dargli torto! A testimonianza di ciò, anche un'audace etichetta parlante disegnata a mano, che ci guida alla scoperta delle note e degli aromi, che caratterizzano questa bottiglia e che spaziano dal tabacco, all'ananas fino alle note di violetta, pepe nero e rosa canina. Vi invito a degustarlo ed a scoprire i vostri personali sentori.
Sicilia, Italia. Itinerari di vino. Blog Etesiaca
  • Mandragola Vittoria Frappato DOC 2015: spendo volentieri due parole sul Frappato, che senz'altro è molto meno conosciuto del Nero d'Avola. Il suo nome ricorda il termine fruttato e la sua splendida vivacità di aromi e di gusto. Questa interpretazione di Frappato in purezza è senz'altro la rappresentazione di questo territorio: profumi intensi, delicatamente vinosi, fruttati (frutti rossi, ciliegia e gelso) e floreali. Connubio perfetto l'abbinamento con i fichi d'India appena raccolti, come suggerito e gentilmente concesso in degustazione da Paolo Calì.
Sicilia, Italia. Itinerari di vino. Blog Etesiaca

  • Manene Cerasuolo di Vittoria DOCG 2013: 60% Nero d'Avola e 40% Frappato, è uno delle due DOCG prodotte dall'azienda (Forfice è il top della gamma, una produzione di nicchia e di altissima qualità, prodotto dalle uve raccolte a mano, selezionate e provenienti dall'omonimo vitigno). Manene, dedicato al figlio di Paolo, è senz'altro il vino più emozionante e denso di sentimento e di amore, un vino particolarmente equilibrato, costante e rotondo, che si caratterizza per le sue note tanniche, con una buona acidità. Sono curiosa di assaggiarlo al più presto in abbinamento ad un piatto toscano, come la Fiorentina.
Sicilia, Italia. Itinerari di vino. Blog Etesiaca

Ringraziando Paolo Calì per l'ospitalità, non potevo concludere il racconto senza avervi deliziato di una foto di qualche piatto di buona cucina siciliana.

Questo fotografato sopra, che ho assaggiato in un ristorante di Marina di Modica, in provincia di Ragusa, lo rappresenta appieno, perchè è fatto di una delle materie prime delle zone della costa siciliana, il pesce (tutto pescato locale), rivisitata sapientemente con l'aggiunta di alcune eccellenze e materie prime regionali di stagione, come il fico d'India, le mandorle, la pesca e i pistacchi.

I ♥ Sicilia.


Ti è piaciuto l'articolo?

METTI MI PIACE ALLA PAGINA FACEBOOK!

Per te è solo un click, per noi è un piccolo riconoscimento di tutto il lavoro che stiamo facendo!

LEGGI ANCHE..

Monte Amiata, Toscana, Italia. Montecucco, Itinerari di vino. Blog Etesiaca

Il vulcano che ha fatto grande la Toscana


Trentino Alto adige, Italia. Itinerari di vino. Blog Etesiaca

Laddove l'acqua è leggenda, il vino è realtà


Pitigliano, Maremma, Toscana, Italia. Itinerari di vino. Blog Etesiaca

Etesiaca su Maremma Magazine!



Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Charolette Merino (sabato, 04 febbraio 2017 23:58)


    Everyone loves what you guys are up too. Such clever work and reporting! Keep up the superb works guys I've incorporated you guys to my blogroll.

  • #2

    Eulalia Otwell (domenica, 05 febbraio 2017 23:15)


    You can definitely see your enthusiasm in the article you write. The arena hopes for more passionate writers such as you who aren't afraid to say how they believe. All the time go after your heart.