Metti una sera a cena dentro un trullo


Puglia. Itinerari di vino. Sud Italia. Foto Blog Etesiaca.

Appena rientrata da una piccola trasferta enologica, mi metto subito a scrivere per raccontarvi le mie impressioni.

Anche se son stati pochissimi giorni, la nostalgia del Sud e della Puglia si fa già sentire..

Sarà che oggi qua ad Arezzo il cielo è grigio, e se non fosse per il caldo, sembrerebbe quasi di essere a novembre.

A proposito, stavo riguardando le foto che ho fatto, ed ho notato qualcosa di sorprendente: il cielo nel sud ha un colore diverso, più marcato, più intenso, più...BLU!!!

Davvero!!! Non si tratta di Photoshop o macchine fotografiche particolarmente performanti (ma, ahimè, sempre del mio caro vecchio ipad!), fatto sta che si possono immortalare scorci come questo.. 

Puglia. Itinerari di vino. Sud Italia. Foto Blog Etesiaca.

Ora, quello che ho detto, sarà senz'altro una cosa banale, ma per me è qualcosa di inaspettato e di sicuro non volge a favore dei posti in cui vivo, comunque lascio a voi le vostre riflessioni in merito. 

Nel frattempo vi delizio con qualche meravigliosa immagine. Ulivi e macchia mediterranea, da queste parti, la fanno da padrone. 

Puglia, Italia. Itinerari di vino. Sud. Foto Blog Etesiaca

Ma veniamo a noi.

Voglio raccontarvi dell'itinerario che ho scelto in Puglia.

Siamo nella parte centrale della regione, più o meno tra la Provincia di Bari, quella di Brindisi e quella di Taranto, un triangolo di terra meraviglioso, denominato Valle d'Itria.

Solo per citarvi alcune località che fanno parte di questa zona: Locorotondo, uno dei borghi più belli d'Italia, Martina Franca, capitale dell'architettura barocca, Cisternino, tra i 100 borghi più belli della nostra penisola, Alberobello, città dei trulli e patrimonio dell'Unesco. 

Per non parlare poi della parte costiera (ma questa è un'altra storia). 

Puglia. Itinerari di vino. Sud Italia. Foto Blog Etesiaca.

I trulli sono delle costruzioni che fanno parte della trazione agricola di questa zona: si trovano soltanto qui e sono nati come abitazioni per gli animali, talvolta per i contadini, che, grazie alle loro mura spesse, rappresentavano un fresco rifugio dal clima torrido in estate e dalle intemperie in inverno.

La particolarità è data dalla loro costruzione conica, unicamente in pietra a secco, ed in quanto tali potevano essere edificati, smantellati e ricostruiti velocementesenza bisogno di pagare le tasse (che erano richieste soltanto per le costruzioni permanenti in pietra). 

Puglia. Itinerari di vino. Sud Italia. Foto Blog Etesiaca.

Oggi i trulli sono stati convertiti in piccole dimore e casette per le vacanze.

Ad Alberobello, ad esempio, tutto è un trullo, ed esistono ristoranti, bar, enoteche, musei, affittacamere, che si trovano tutti quanti dentro queste simpatiche "casidde" (termine dialettale in pugliese).

Questo è il trullo dove ho dormito io.

Puglia. Itinerari di vino. Sud Italia. Foto Blog Etesiaca.

Esso fa parte di Leonardo Trulli Resort che è una struttura recentemente ristrutturata (alcune parti di essa, tipo il villino, sono state inaugurate settimana scorsa, pochi giorni dopo che io sono venuta via!), che si trova a pochi km da Locorotondo, su un altopiano ed in posizione molto ventilata, a circa 15 km da Alberobello e da Martina Franca, un luogo strategico distante 20 km dal mare.

Puglia. Itinerari di vino. Sud Italia. Foto Blog Etesiaca.

Qui l'ospitalità è di casa, come in tutto il meridione del resto.

Ho avuto il privilegio di provare la loro cucina e porterò sempre con me il ricordo della magia di certe serate trascorse nella piccola cantina, un trullo appositamente ristrutturato con questa funzione.

Qui niente di commerciale o turistico, anche se siamo in una struttura ricettiva.

Questo per dire che si ha semplicemente il piacere di degustare alcuni piatti della tradizione pugliese, fatti con prodotti, che, definirli a km 0, mi vien quasi da ridere!

Non perchè non lo siano, ma perchè frutta e verdura sono dell'orto, l'olio è della tenuta, vino, carne, pesce e formaggi, rigorosamente provenienti dalla Valle d'Itria.

Cosa chiedere di meglio per chi viene a conoscere per la prima volta questa zona?

Il meglio che la cucina ci può offrire e cucinato in modo veramente eccellente.

Ed il tutto condito da tanta attenzione al cliente.

Come? Si diventa praticamente degli amici, davvero coccolati, quasi come se avessimo il cameriere e la cuoca tutta per noi. Considerate che siamo stati a cena al massimo (in totale intendo) in quattro persone. 

Un'esperienza da provare che consiglio a tutti, e che spero possa essere mantenuta anche nell'ambiente più grande del villino (come vi accennavo prima, il ristorante è stato spostato nella zona principale della tenuta, che è quella qui sotto). 

Puglia. Itinerari di vino. Sud Italia. Foto Blog Etesiaca.

Il rapporto che si instaura, l'esclusività e l'attenzione per i particolari, mi auguro che rimangano gli stessi che ho provato in questi ultimi giorni di "vecchia gestione", perchè sono davvero questi a fare la differenza!

Anche per quanto riguarda la scelta dei vini.

Ho avuto il piacere di degustaresu consiglio di Giuseppe, un rosso molto rappresentativo di questo territorio e della Puglia in genere, il Castel del Monte Rosso Vigna Pedale Riserva DOCG 2010, un Nero di Troia in purezza, colore rosso rubino con riflessi granati, un bouquet intenso, pieno e deciso, con sentori di frutti rossi e di mora. Un vino che si fa amare fin da subito e di cui si apprezza il gusto pieno e la sua caparbietà. Un'etichetta pugliese di grande carattere, che la sa rappresentare appieno.

Puglia. Itinerari di vino. Sud Italia. Foto Blog Etesiaca.

Ti è piaciuto l'articolo?

ENTRA NELLA TRIBU' DI ETESIACA!

Metti mi piace alla pagina e sarai informato (con discrezione) sugli Itinerari di Vino.

Per te è solo un click, per noi è un piccolo riconoscimento di tutto il lavoro che stiamo facendo!


Scrivi commento

Commenti: 0