Vuoi toccare il cielo con un dito? Vieni a Cortona


Cortona. Itinerari di VINO. Blog Etesiaca

Al confine tra Toscana e Umbria, affacciata a 360 gradi su tutto il centro Italia, sta la cittadina di Cortona, rinascimentale e medioevale, ma prima ancora romana e soprattutto etrusca, arrampicata su una collina di quasi 500 metri di altitudine e dominatrice di tutta la valle. Ancora non vi basta?

Beh diciamo che l'itinerario merita senz'altro una visita anche solo per scattare una foto da quassù, magari al tramonto e con un buon calice di vino..

A Cortona si rimane stupiti la prima volta che si va.

Innanzitutto perchè scorgi dalla valle un borgo arroccato e capisci che dovrai andare fin lassù (per fortuna non a piedi!!!). Così pian piano inizi a salire su per i tornanti, che non finiscono mai, finchè non arrivi alla terrazza del monumento di fronte all'Hotel San Luca e credi di essere arrivato nel punto più alto appena ti affacci...e invece no!!!

Questo è solo l'inizio. L'inizio della salita.

Cortona è un piccolo grande borgo che si snoda lungo la parte più alta del colle, che custodisce all'interno delle proprie cinta murarie, innumerevoli piazze, viuzze, chiese e monumenti (nella parte interna quasi tutti di origini medioevali e rinascimentali). 

Sconsiglio la visita a chi non vuole camminare. Ma che sappia che si perde degli scorci unici di una Toscana autentica, che non potrà trovare se non qui.

Proseguendo in salita da via Berrettini verso S. Croce, si arriva alla parte più alta di Cortona, dove si trova la Basilica di S. Margherita, il cui impianto originario è medioevale, ed ancora più in alto la Fortezza Medicea, nota come Fortezza di Girifalco, costruita probabilmente su antiche strutture etrusche.

Tutt'intorno alla città infatti, sorgono resti di acropoli e necropoli etrusche, dislocate a varie altezze ed in vari punti della strada che dalla valle porta al centro storico. 

Cortona. Itinerari di VINO. Blog Etesiaca

La Tanella di Pitagora è situata sul pendio che discende dalla collina verso la valdichiana. E'un piccolo tumulo di periodo ellenistico (II secolo a.c.) costituito da un basamento circolare sul quale si poggia un altro tamburo composto da blocchi.

E' la tomba etrusca più nota della città, che fu anche visitata da Vasari nel 1566.

Per tutte le informazioni visitare il sito del MAEC di Cortona.

Cortona. Itinerari di vino. Foto Blog Etesiaca.

Consiglio una visita all'Eremo delle Celle.

Si trova a circa 3, 5 km dal centro, e lo si raggiunge mediante una camminata per isolarsi dal mondo e per ammirare gli stupendi paesaggi di campagna. Bisogna proseguire in direzione nord-est sopra la Basilica di Santa Margherita verso località Torreone. Oltrepassata la quale, lasciare la strada provinciale Umbro Cortonese e proseguire per un altro paio di km.

L'insediamento dell'Eremo fu fondato da San Francesco nel 1211, ed a partire dal 1969, in tempi relativamente recenti è stato restaurato. La suggestività del luogo richiama la forte spiritualità, in memoria di un altro luogo molto più celebre che si trova nel Casentino a Chiusi della Verna.

Lago Trasimeno, Passignano, Ristorante Sottovento. Itinerari di VINO. Foto blog Etesiaca

La meraviglia di Cortona prosegue ancora nei vigneti circostanti, che scendono giù, dolcemente, verso la valdichiana.

Ieri mi sono fermata all'azienda Baracchi a fare una degustazione, incuriosita dalla fama dei suoi spumanti, che in Toscana non sono facilmente reperibili.

Baracchi. Itinerari di vino. Foto Blog Etesiaca

L'azienda si trova nella proprietà del Relais Il Falconiere (stessa proprietà) in una cornice molto suggestiva. Al suo interno il ristorante omonimo (con una stella michelin), l'albergo ed una elegante spa.

Decisamente ottimo per passare un weekend o anche una giornata in completo relax.

Purtroppo la giornata non bella dal punto di vista meteorologico, non ci ha consentito un giro più approfondito tra i vigneti ed in cantina. Ho potuto apprendere ben poco.

Ho assaggiato (su mia richiesta) il bianco 100% Trebbiano, l'Astore Toscana IGT, un vino con spiccata personalità e bel colore giallo paglierino. Un bel corpo per un bianco, ma non mi ha colpito come speravo. Prezzo 14 euro.

Brut Trebbiano Metodo Classico Millesimato, anch'esso 100% Trebbiano, un bellissimo colore, giallo tendente al dorato, quasi unico per uno spumante, così intenso e persistente con note fruttate di mela golden ed agrumate bilanciate da fiori di acacia (medaglia d'oro al Merano Wine Festival). Prezzo 18 euro.

Baracchi Brut Trebbiano. Itinerari di VINO. Foto blog Etesiaca

Il Brut Rosè Metodo Classico Millesimato, 100% Sangiovese, un vino con grande eleganza ed equilibrio, grazie al suo perlage fine ed ai suoi sentori di frutti rossi e mandorla , che accarezza il palato (94pt da Wine Pleasures). Prezzo 28 euro.

Infine una nota dolcissima, uno dei vinsanti passiti più buoni che abbia mai assaggiato, Il vinsanto Cortona DOC, 7 anni di affinamento che si traducono in un vino vellutato e denso, sentori di liquirizia e caffè, ottima persistenza in bocca. Da degustare a fine pasto al posto del dolce. Prezzo 40 euro.

Ti è piaciuto l'articolo?

ENTRA NELLA TRIBU' DI ETESIACA!

Metti mi piace alla pagina e sarai sempre informato (con discrezione) sugli Itinerari di Vino.

Per te è solo un click, per noi è importante sapere che sei dei nostri!


Scrivi commento

Commenti: 0